martedì 20 luglio 2021

Serra primaverili

 Fra un lockdown e l'altro anche quest'anno qualche bella cattura di pesci serra è venuta fuori, regalando emozioni uniche a topwater. 




Ho utilizzato il Needle 19f in giornate con mare meno formato e serra più apatici.




Ma l'artificiale che indubbiamente ha regalato più catture è stato il Popper Wave nella misura 125.












Campionato Italiano di traina d'altura per società Taranto 10-13 ottobre 2019



Settembre e ottobre sono i mesi migliori per la traina d'altura nel golfo di Taranto, che è stato scelto come campo gara per questa importante competizione nazionale!!!

Due giorni di gara intensi, combattuti fino all'ultimo.
Classe di lenza da 12lb e c&r per tutte le catture.
Tonni, aguglie imperiali, spada e lampughe le prede, assenti quest'anno invece le alalunghe, prede classiche di questo periodo.
Artificiali utilizzati : kona, teste piumate, e ovviamente i miei Alalu 14

Alla fine delle due giornate di gara riusciamo a vincere il primo posto come equipaggi e il secondo posto come società con la Lega Navale italiana sez. di San Foca.
Un doveroso ringraziamento va alla LNI di San Foca, al presidente Francesco Mazzotta e a tutti i miei compagni di squadra!!!








Campione d'Italia di traina costiera per società 2019

Nelle acque di San Foca il 30-31 agosto 1 settembre 2019 si è svolto il campionato italiano di traina costiera per società.
Ad occuparsi dell'organizzazione della manifestazione la Lega Navale Italiana sezione di San Foca di Melendugno e dalla FIPSAS – CONI- (Federazione Italiana Pesca sportiva e Attività Subacquee) ha visto la partecipazione di equipaggi ospiti, selezionati e formati da atleti pluripremiati, che hanno dato vita ad una gara estremamente incerta e combattuta fino all’ultimo.
Ad aggiudicarsi il titolo è stata la Lega Navale sez. di San Foca di cui sono orgoglioso di farne parte!


Una grandissima soddisfazione poter indossare la maglia azzurra!!!







giovedì 8 aprile 2021

PROTIPOPPER 100

 I serra sono pesci strani, quante volte non vi è capitato che seguino l'esca fin sotto i piedi senza poi attaccare? ...a quel punto ci si domanda in cosa si sia sbagliato e si inizia a pensare alle infinite possibili risposte.

Ho provato a dare una mia soluzione a questa situazione tutt'altro che infrequente.

Con la pratica e un numero infinito di lanci con esche diverse, sia topwater sia jerk, minnow e stick ho notato che spesso il rifiuto  del predatore è dovuto alla trasparenza dell'acqua che non ostacola la vista del pesce e quindi permette di scrutare tutti i difetti che l'esca artificiale ha e che la rendono non naturale. 

Quindi come risolvere questo problema? Quello che ho provato io e che a volte ha risolto questa situazione è stato ridurre le dimensioni dell'esca, montando una misura più piccola dell'esca che ha suscitato interesse nel serra.

Un oggetto più grande infatti evidenzia eventuali "difetti".

Altra soluzione che ho trovato è stata quella di aumentare il movimento dell'esca. Questo si può ottenere aumentando la velocità di recupero, ma spesso questa mossa fa perdere interesse al serra che insegue, oppure rendendo il movimento più frenetico con piccole jerkatine.

 Unendo queste caratteristiche ho pensato e realizzato il PROTIPOPPER.

Il nome ...bhe da prototipo che si è conquistato il diritto di far parte delle esche che giocano da titolari nelle mie plano.

Caratteristica principale uno scodinzolio che lo rende particolarmente attrattivo anche su recuperi non veloci e una misura abbastanza contenuta, soli 10cm.

Il corpo è in resina alleggerita con microsfere, ed ha armatura in acciaio inox da 1,2mm passante e chiusa.

Pesa 28g ed un ottimo bilanciamento che consente ottime gittate anche in condizioni di vento forte.

La prova del nove sono state le catture effettuate in piena estate con acqua cristallina e mare calmo.









Si è rivelata un'esca ottima sia con serra di dimensioni contenute sia con serra grossi, l'unico inconveniente in quest'ultimo caso è stata la perdita di qualche esemplare che si è portato via il popper, date le ridotte dimensioni.











domenica 26 aprile 2020

For-tuna stick 18F slim

Speravo di pubblicare questo post arricchendolo con le foto delle catture che avrei fatto in questa primavera (sono sempre ottimista) ma così non è stato!!!

Tuttavia i progetti vanno avanti, le prove di questo nuovo modello sono state fatte, aimè testandone solo lancio e nuoto; il nuoto che ha caratterizzato le mie stick bait fin dal 2009 e che ha fornito spunto a tanti costruttori italiani e non.
Il corpo è in resina piena alleggerita, con armatura passante e chiusa in acciaio inox da 1,5mm di diametro.
L'assetto è il classico quasi orizzontale, leggermente inclinato verso la coda, quello secondo me più indicato per la pesca ai tunnidi.
 Il nuoto un misto di wobbling e rolling con azione ovviamente subwater.
Questa versione l'ho voluta realizzare in seguito alle catture di alletterati di taglia realizzate col 21F che ha lo svantaggio, dato il peso di 100g, di non poter essere utilizzato con canne più leggere.
Sicuramente un esca adatta anche allo spinning costiero quindi, volta alla cattura di serra, leccie, ecc.
Passiamo alle misure:
Lunghezza 18cm
Peso 53g
Può essere armato con ami singoli del 6/0, in quello di pancia consiglio di montare lo stick hook adapter del numero 9 ma può essere montato anche con ancorette del 2/0 o ancora con ancorette del 3/0 in pancia e amo singolo del 6/0 in coda.

Le colorazioni disponibili al momento sono le seguenti:

-Alluminio/sgombrato verde


-Alluminio/sgombrato acquamarina


-Alluminio/sardina rosa fluo


-Alluminio/rosa fluo


-Fucsia


 -Alluminio/blu


-Alluminio/sardina


 -Alluminio/muggine


-Lampuga verde


...con la speranza di tornare presto in mare 🎣🎣🎣🎣🎣

lunedì 21 ottobre 2019

Qualche pesce dall'Australia...

In questo post pubblicherò qualche foto e video di catture effettuate in Australia dall'amico El_baito_slayo , che ringrazio per la concessione 👍👍👍...lo troverete su instagram, appassionato pescatore di spinning, popping e jigging